Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header boccette

Boccette

3ª prova selezione Master Boccette

images/media/media/news/694/master.jpg

Massalombarda (RA) - 21/22 febbraio 2015


Da sinistra: Franchini, Oriano Amorati (Pres. Provinciale Ravenna), Zanna,
Loris De Cesari (Presidente regionale), Fabbri ed il vincitore Rosa.

Enrico Rosa spettacoloso, niente da fare per il talentuoso Gianluca Franchini. Il cesenate Marino Fabbri e il bolognese Roberto Zanna sul podio.

Alla Bocciofila Massalombarda il campione italiano master 2011, 2013 e 2014 Enrico Rosa di Rimini si è aggiudicato la terza prova di selezione master cui hanno partecipato complessivamente cento136 atleti in una due giorni di bel gioco in cui tutti migliori specialisti delle boccette si sono disimpegnati al cospetto di un appassionato pubblico.
Nelle partite delle finali riservate ai primi 32 giocatori si sono viste le giocate più spettacolari con il tre volte campione italiano master Enrico Rosa sugli scudi per gli innumerevoli dieci punti di bocciata e per le molteplici realizzazioni di punti doppi che gli sono valsi gli applausi più scroscianti e la vittoria finale davanti al beniamino ravennate Gianluca Franchini per 100 a 48.
Al terzo posto si sono piazzati Marino Fabbri di Cesena e Roberto Zanna di Bologna, perfetti fino alle semifinali tanto da impensierire seriamente i due finalisti e fare vittime illustri
Al quinto posto si sono classificati Luca Molduzzi di Ravenna , Carlo Sandrini di Reggio, Massimo Vanin di Venezia e Maurizio Fucchi di Perugia e poi al nono Simone Cardellini di Ancona, Romano Santini di Fermo, Luciano Chinellato di Venezia, Marco Mazzarini di Cesena, Giuseppe Peruchetti di Brescia, Matteo Antonelli di Firenze ed il pupillo locale Valentino Cristofori.