CONCLUSO CON SUCCESSO IL CAMPUS MULTIDISCIPLINARE RIVOLTO AGLI INVALIDI DEL LAVORO

images/medium/Campus_multidisciplinare_rivolto_agli_invalidi_del_lavoro_30.jpeg
Pockets

Si consolidano le iniziative in collaborazione con il Cip per promuovere lo sport come strumento di inclusione. Si è concluso con successo nella giornata di giovedì 19 maggio il Campus multidisciplinare rivolto agli invalidi del lavoro organizzato da Inail Superabile in collaborazione con il Comitato paralimpico Lazio presso il Centro Ferie Salvatore di San Felice Circeo.

L’obiettivo primario dell’evento era quello di avviare gli assistiti alla pratica sportiva e, trattandosi di un’iniziativa multidisciplinare, i partecipanti hanno avuto l’opportunità di provare diversi sport, tra questi anche il biliardo paralimpico sempre più presente nel panorama sportivo Italiano e non solo. Ad accogliere e ad avvicinare al tavolo una ventina di persone con diverse disabilità c’erano il Responsabile Nazionale della sezione paralimpica Roberto Dell'Aquila, il Responsabile Nazionale della sezione pool in veste di tecnico Michele Monaco e l'atleta Paralimpico Fulvio De Franceschi.

Si è trattato di una giornata straordinaria – ha commentato Dell’Aquila – grazie alla partecipazione non solo dei ragazzi ma anche dei famigliari e accompagnatori. Il biliardo Paralimpico segna una nuova incoraggiante tappa nel suo percorso e questo ci fa ben sperare per il futuro” “Vorrei ringraziare Marco Iannuzzi Presidente del Cip Lazio che ha coinvolto la FIBIS in questa giornata di grande sport paralimpico – conclude il Responsabile Nazionale della sezione paralimpica Roberto Dell'Aquila.

Da tecnico incaricato è stato molto emozionante – ha dichiarato Michele Monaco – ho ascoltato molte storie diverse e quindi molte disabilità diverse; questa giornata è stata formativa anche per me che sono un tecnico, un insegnamento su come poter approcciare persone con diverse disabilità al biliardo”

Non solo una giornata formativa ma anche emozionante – ha concluso Monaco - perché abbiamo ascoltato diverse storie di grande coraggio".