Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header stecca

Stecca

Raffaella Uggè è pronta per la 3ª Prova B.T.F.

images/media/media/news/714/master.jpg

Continua la marcia di avvicinamento alla tappa di Desio. Dopo i due secondi posti consecutivi la lombarda cerca lo scatto decisivo

Il CSB Billiards Club di Desio è pronto ad ospitare la terza prova della B.T.F. in programma il 28 e 29 marzo.

Si ripartirà dal dominio imposto da Paola Luzzi nelle prime due uscite.
La giocatrice vicentina è l'attuale capolista nella classifica generale dopo aver vinto sia a Parma che ad Altavilla Vicentina e mira ad un nuovo successo che possa garantirle di amministrare questo rush finale.

A tentare di inserirsi nella corsa al titolo ci saranno comunque una schiera di atlete preparate e vogliose di riscatto. Una di queste è sicuramente Raffaella Uggè, due volte seconda quest'anno alle spalle proprio della Luzzi nelle prime due prove della B.T.F.

Rivali con grandissima sportività al tavolo, ma anche amiche una volta finita la partita. Lo aveva sostenuto la stessa Paola Luzzi nell'intervista dopo aver vinto la seconda prova (che trovate nel nostro sito) e lo ha rimarcato anche Raffaella Uggè. Queste le sue parole:

“Con Paola siamo amiche oltre che avversarie. L'antagonismo quindi è solo puramente sportivo. Il fatto di arrivare in finale insieme per due volte è stato comunque un modo in più per confrontarci e devo dire con grande soddisfazione che lo abbiamo fatto sempre con rispetto e tanta serenità”.

Un rapporto sincero dunque che, come visto nelle prime due prove, sta caratterizzando questa B.T.F.
Per la Uggè come detto sono arrivati due secondi posti e c'è quindi la tentazione di compiere quel decisivo salto di qualità che possa dare una scossa alla classifica. Nel Biliardo Sportivo però, come si sa, le componenti e le variabili da tenere in conto sono molte. A confermarlo è la stessa giocatrice lombarda:

“La preparazione per questa tappa sta andando a intermittenza. Per mia fortuna svolgo un lavoro che adoro, ma che molto spesso sottrae delle ore all'allenamento. In prossimità dell'evento comunque intensificherò le sedute di gioco al tavolo per cercare di arrivare pronta. La prova del nove ovviamente sarà sempre quella sul campo. Quando mi chiedono se sono pronta infatti rispondo sempre che lo saprò nel momento stesso in cui monto la stecca. E' una questione di sensazioni e di istintività. Ogni partita infatti è a sé e non si può fare un pronostico. Molto poi dipende da alcuni fattori, come l'aspetto mentale, la concentrazione o il riuscire ad isolarsi completamente da quei pensieri che ci accompagnano nella vita di tutti i giorni.
Fortunatamente ho due persone di riferimento che hanno saputo indicarmi la strada. Uno è il grande maestro Luigi Ceron, una sorta di padre biliardistico per me. Lui mi ha sempre aiutata e insegnato tutto sul gioco. E' stata una figura davvero fondamentale per la mia carriera. Dico sempre infatti che ogni volta che sbaglio è farina del mio sacco, ma quando gioco bene il merito è suo. Mi ha insegnato davvero tutte le tecniche e le strategie per affrontare al meglio ogni sfida. Oltre a questo mi ha insegnato anche tutti quei comportamenti e quei valori da tenere quando si gioca.
Nell'ultimo anno poi mi sono legata a Riccardo Barbini, giocatore nazionale. Anche il suo aiuto è fondamentale per me e mi reputo quindi fortunata ad aver avuto queste due figure nella mia carriera”
.

Una Raffaella Uggè che aspira dunque ad essere ancora una delle protagoniste per le prossime tappe della B.T.F.
Oltre a lei e alla Luzzi tuttavia ci sono anche altre atlete di talento. Ecco perché la prova di Desio si preannuncia molto combattuta.

“Nel nostro circuito ci sono tante giocatrici di livello - conclude l'attuale capolista del campionato Regionale della Lombardia – in ogni prova i risultati non sono mai scontati, soprattutto nelle fasi finali. Confrontandomi spesso con le giocatrici lombarde devo dire che la concorrenza è davvero forte. Anche nel resto d'Italia vi sono atlete attrezzate e competitive ai massimi livelli. Mi viene da citare per esempio le varie Delaude, Giannelli o Agostini. Poi ci sono altre giocatrici temibilissime come la Giliberti e la Biondolillo che attualmente si trovano indietro nella classifica generale ma solo perché non hanno potuto prendere parte a tutte le tappe. Sono sicura insomma che anche a Desio vi saranno delle belle sfide. Io sono pronta. Cercherò di farmi trovare al top e darò del mio meglio come sempre”
.