Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header boccette

Boccette

Assemblea provinciale elettiva Forlì - Cesena

images/media/media/news/374/master.jpg

Luciano Semprini e Luciano Naldi
 
Un cesenate torna alla guida, Luciano Naldi presidente provinciale 40 anni dopo il primordiale Mansueto Cammi.
L’altro candidato Luciano Semprini, di Cesenatico battuto 12 a 7. Decisivo il voto compatto dei Csb di Forlì.
Il forlivese Antonio Bianchi passa il testimone dopo un interregno di otto anni.

Sabato 22 Febbraio al  circolo Arci di Settecrociari  di Cesena si è svolta l’assemblea provinciale elettiva della F.I.Bi.S di Forlì –Cesena  a cui hanno partecipato diciannove presidenti di Csb o loro delegati (quattordici della sezione boccette e quattro della sezione stecca. Il  cesenate Luciano Naldi, 66 anni  è stato eletto presidente provinciale fino alla scadenza olimpica del  2016 con 12  voti mentre l’altro candidato Luciano Semprini di Cesenatico ha ottenuto sette voti, un risultato generato presumibilmente dal voto compatto dei dieci  csb  di Forlì a favore di  Naldi. Al ruolo di  consiglieri provinciali sono stati eletti quattro forlivesi: per la sezione boccette Paolo Casadei Turroni,(otto voti)  Cristian Pezzola e Angelo Corbetta (cinque voti)   e per la sezione stecca  Werther Tartagni (quattro voti).   Augusto Montalti  di Gambettola,  strenuo sostenitore della candidatura Semprini, pur ottenendo la miglior performance (otto voti)   fra  tutti i consiglieri candidati ha rinunciato alla carica, insoddisfatto dall’esito del voto.
Il presidente uscente  Antonio Bianchi di Forlì, in carica dal 2005,   era subentrato al cervese Loris De Cesari, attuale presidente regionale che aveva rivestito la carica per ben quattro mandati (sedici anni), prima di lui  un altro forlivese Pier Luigi Zileri  che aveva ereditato  lo scettro  della presidenza della Federazione italiana  biliardo sportivo dall’indimenticabile Mansueto Cammi di Roncofreddo che nel lontano 1972 organizzò i primi campionati di biliardo in Romagna.