Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

FIBiS-CIP: al via l'attività paralimpica

Firmato il protocollo d'intesa tra il Comitato Italiano Paralimpico e la Federazione Italiana Biliardo Sportivo, con il quale il mondo della disabilità entra a pieno titolo nell'attività sportiva della federazione.  Il protocollo si pone l'obiettivo di massimizzare le potenzialità di sviluppo del biliardo e lo svolgimento delle attività sportive promozionali e agonistiche, nazionali ed internazionali di tutte le specialità (stecca, carambola, pool, snooker, boccette) per atleti con disabilità fisica. Il documento ha quindi attivato l'iter per l'inserimento della Fibis tra le Federazioni paralimpiche e dell'avvio del piano di sviluppo dell'attività, le necessarie certificazioni mediche, le classificazioni degli atleti e la formazione dei tecnici.

"La possibilità di poter annoverare tra i nostri atleti anche gli atleti paralimpici - dichiara il Presidente Fibis Andrea Mancino dopo la firma - rappresenta per noi una soddisfazione ed è motivo di orgoglio. Il biliardo è uno sport che può essere praticato da tutti. Questo protocollo ci consentirà di aprire oltre alla parte sportiva, anche la parte sociale che la federazione svolge all'interno delle scuole e che da adesso potrà svolgere in collaborazione con il CIP anche all'interno di strutture per la riabilitazione di soggetti che hanno subito problematiche di natura fisica. Grazie a Luca Bucchi, a Roberto Dell'Aquila, e al coordinamento di Michele Monaco, che sono i veri artefici di questo ulteriore traguardo raggiunto dalla nostra Federazione".

"Questo protocollo d'intesa rappresenta un ulteriore passo in avanti nel percorso di crescita del movimento paralimpico italiano.  Oggi abbiamo messo la prima pietra di un progetto che ha l'obiettivo di portare la Fibis nel novero delle federazioni che promuovono nel nostro Paese lo sport paralimpico, così da arricchire ulteriormente l'offerta per tutte le persone con disabilità che intendono praticare sport. Siamo orgogliosi di questa intesa. Colgo dunque l'occasione per ringraziare il Presidente Mancino e tutta la Federazione per questa iniziativa che rafforza ulteriormente l'idea dello sport come strumento di inclusione sociale". È quanto dichiara Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

La Federazione ha nominato Michele Monaco, consigliere federale, quale responsabile del settore paralimpico che sarà coadiuvato da Roberto Dell'Aquila e da altre figure che verranno definite a breve e che opereranno sul territorio. Il movimento del biliardo paralimpico, avviato ad inizio anno con Luca Bucchi, atleta di biliardo, e lo stesso Dell'Aquila, con il Progetto Wheelchair, è riuscito in pochi mesi, grazie all'entusiasmo dei suoi promotori e ai social, ad espandersi e a raggiungere tantissimi appassionati di questo sport tanto che già ora all'interno del campionato regionale di pool del Lazio si svolge la competizione con atleti in carrozzina.

bucchi_monaco_palazzi

 

Protocollo_Fibis_Cip