Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
×

Attenzione

JFolder: :folder: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/html/fibis/images/media/media/comitati/stecca/fotogallery/310

header stecca

Stecca

Matteo Gualemi e' il nuovo Campione d'Europa!

images/media/media/news/1379/master.jpg

Dopo il successo nei Mondiali, il toscano aggiunge un altro oro prestigioso al suo palmares trionfando a Brandeburgo (intervista e fotogallery)

Continua il sogno ad occhi aperti di Matteo Gualemi. Il fortissimo atleta toscano dopo la vittoria del Mondiale nel 2015 ha aggiunto un'altra indimenticabile medaglia d'oro al suo palmares conquistando il Campionato Europeo.

Un'affermazione fantastica arrivata al termine di un torneo dove a brillare è stata tutta la flotta azzurra. Per accorgersene basta guardare il quadro dei quarti di finale dove erano presenti ben 7 atleti italiani fra i migliori 8. Aniello, Lopez, Garavaglia, Maggio, Buta, Martinelli e Gualemi appunto. Un dominio straordinario proseguito anche nelle successive sfide sempre con il tricolore a farla da padrone.

Fino di fatto all'ultimo capitolo, con la spettacolare finalissima fra Daniel Lopez e Matteo Gualemi decisa in favore di quest'ultimo solo all'ultimo set. Un 3-2 al cardiopalma che rimarrà per sempre nella storia della competizione e nei ricordi di Matteo Gualemi, il nuovo Campione d'Europa.

"Quando si vince è sempre una sensazione particolare –
racconta Gualemi – Farlo in una competizione internazionale è un qualcosa che va oltre. Salire sul gradino più alto del podio e sentire l'inno della propria Nazione penso che sia il massimo per un atleta. E' stato bello poi riconfermarsi anche a livello europeo dopo la conquista del Mondiale. Non era scontato, anzi non lo era per niente. In questo tipo di competizioni si può perdere con chiunque. Nella prima partita per esempio ho fatto molta fatica contro Alibrandi. Lui veniva dalle selezioni ed era in palla. E' stata una sfida molto complicata che si è decisa solo alla bella. Poi da lì in poi mi sono sciolto e le cose sono andate meglio".

Una crescita di rendimento culminata con l'incredibile finale contro Daniel Lopez. Uno spettacolo per gli occhi e per il cuore che ha emozionato tutti gli appassionati di biliardo.

"Dopo aver conquistato i primi due set –
racconta ancora Gualemi – ho subito la rimonta di Lopez. In quel momento le cose si erano messe molto male per me. Ho temuto anche di poter perdere la partita. Fortunatamente qualche errore del mio avversario e una serie di tiri capitati al momento giusto mi hanno permesso di rialzare la testa e conquistare la vittoria. In quel momento comunque avremmo potuto vincere entrambi. Daniel Lopez è davvero un campione, oltre che un giocatore molto corretto. Gli faccio quindi i miei complimenti per l'ottimo Europeo disputato e gli auguro di poter centrare un successo importante in futuro perché se lo merita. Per quanto mi riguarda invece essere riuscito a portare a casa l'oro è un risultato straordinario. Voglio dedicare questo titolo alle persone che mi sono sempre state vicine e a due amici che sono venuti a mancare di recente. Uno è Fabrizio Vinci, che era venuto a Milano per seguirmi durante il Mondiale e con il quale ho stretto una grande amicizia. L'altro è Francesco Cricelli. Erano entrambi due tesserati di Firenze benvoluti da tutti e che in questi momenti mi sembra opportuno ricordare".

Oltre all'oro nel torneo individuale, Matteo Gualemi è tornato in Italia anche con un altro titolo, quello conquistato nella competizione a squadre.

"E' stato molto bello vincere anche il torneo a squadre – continua il talento toscano – Si è creato come al solito un grande gruppo e i risultati lo hanno confermato. Durante la competizione ho avuto modo di conoscere meglio i miei compagni. Tutti eravamo orientati sullo stesso obiettivo, ovvero la conquista del titolo. Questo è stato molto importante perché pur ritrovandoci spesso faccia a faccia da avversari, siamo riusciti a giocare come una vera squadra cercando di fare il meglio per il gruppo".

Oro nell'Europeo individuale e oro nell'Europeo a Squadre. Una doppietta straordinaria che ha impreziosito la già ricca bacheca di Gualemi proiettandolo a pieno merito nell'élite dei giocatori più forti degli ultimi anni.

"Queste due medaglie fanno piacere e sicuramente mi permettono di giocare con più spensieratezza – conclude Gualemi – Ogni titolo e ogni vittoria d'altronde sono importanti soprattutto dal punto di vista mentale. Se mi si chiede però dove posso arrivare non riesco a dare una risposta precisa anche perché non c'è un obiettivo concreto. Quello che so è che continuerò a dare il mio meglio per cercare di vincere ancora e divertirmi partita dopo partita. Adesso per esempio c'è una Prova B.T.P. da onorare nel migliore dei modi per non perdere forma e concentrazione. Poi toccherà alle Finali del Campionato Italiano dove cercherò di giocarmi le mie chance per arrivare fino in fondo".



A seguire tutti i risultati del torneo e la fotogallery.

RISULTATI