Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header boccette

Boccette

Memorial Giancarlo Altini, trionfo spettacolare di Ricci

images/media/media/news/1173/master.jpg

Daniele Ricci si conferma sempre il numero uno. Cicali, Rosa e Corradini completano il podio

Al Bar Europa e al Circolo dello Sport di Ravenna si è disputato il 20° Memorial Giancarlo Altini, gara nazionale di biliardo a boccette dedicata alla memoria dell’indimenticabile giocatore e presidente provinciale di Ravenna.
L'evento ha fatto registrare il record di partecipanti: 176 giocatori di 19 comitati provinciali differenti.

Due riminesi portacolori del Csb Bussecchio Forlì l’han fatta da protagonisti conquistando i tantissimi spettatori presenti con un gioco spettacolare. Si tratta del campionissimo Enrico Rosa, già vincitore per tre volte a Ravenna, e del funambolico Daniele Ricci di Bellaria. Alla fine a spuntarla è stato Ricci, ormai stabile ad un livello di rendimento da autentico numero uno del ranking.
Lo stesso Ricci ha superato in finale 100-88 il fiorentino Massimo Cicali del Csb Circolo dello Sport Ravenna dopo aver surclassato in semifinale con un inequivocabile 100-42 il fortissimo Uisp del Csb Leon D’Oro Molinella Fabio Corradini. Enrico Rosa invece si è fermato in semifinale contro Cicali (sconfitta per 90-104).
Altri applauditissimi protagonisti sono stati i cesenati Luca Franceschini e Claudio Leonardi, il forlivese Iuri Minoccheri e il faentino Maurizio Zoffoli, tutti classificati al quinto posto. Nomi altisonanti anche nei rimanenti quattordici finalisti: Marino Fabbri, Stefano Bolognesi e Giampaolo Gardini di Cesena, Gabriele Ieva e Alessandro Nadery di Perugia, Stefano Liverani, Maurizio Garavini, Valentino Cristofori, Mattia Baldi e Daniele Pasi di Ravenna, Roberto Zanna e Davide Ansaloni di Bologna, Massimiliano Puggelli di Firenze, Gianni Marzoli di Pescara.