Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

Lezioni in Austria e Danimarca con l'Istruttore federale Garavaglia

Un altro passo verso la diffusione della specialità 5 birilli oltre confine: il biliardo italiano ancora una volta esporta tecnica e nozioni in Austria e Danimarca con l’istruttore federale Luca Marzio Garavaglia.
Nella città famosa per la sede dell’azienda Swarovski si è svolto il primo corso di stecca 5 birilli che ha visto sei giocatori austriaci impegnati presso la grande ed accogliente Web Sport Arena di Thomas "Jimmy" Riml per apprendere le basi dei 5 birilli per il gioco frontale, di sponda e per la strategia. 
Oltre alla pratica sul campo Garavaglia ha avuto l’opportunità anche di fare lezione e gioco pratico a distanza grazie all'applicazione innovativa creata dal proprietario della sala di Innsbruck (mywebsport) con Max Gabel, già campione Europeo under 21 a Brandeburgo e sicuro prossimo protagonista nei cinque birilli a livello mondiale.

Corso di perfezionamento invece, in Danimarca, nella splendida cornice della sala di Ikast, dove si svolge regolarmente un torneo internazionale di 5 birilli ogni due anni.

Circa 15 giocatori hanno partecipato alla tre giorni di corso, sotto l'attenta supervisione di Tejs Tafdrup, neo responsabile dei 5 birilli per la sezione danese governata da Torsten Danielsson. 

Il percorso di crescita è già molto evidente – dichiara Garavaglia - e si vedranno sicuramente i frutti nel brevissimo periodo, come già notato anche a Mondiali Pistoia2019 dove i tre rappresentanti danesi hanno dato sfoggio delle loro capacità, vincendo un girone (Kasper Kristoffersen), battagliando fino all'ultimo birillo in un girone infernale (Erling Sjorup, già campione mondiale di biathlon) e facendo un ottimo percorso anche con Rune Kampe, ex snooker player che gioca da pochissimi anni a birilli”.

Novità del training danese è stata l’introduzione del mental coaching con Milena Romano in collegamento via Skype, che ha quindi introdotto l’importanza della mente anche nel biliardo quale elemento spesso determinante nel risultato finale. Insomma il movimento danese – e non solo - è quindi in crescita anche per numero di giocatori, incentivati dall'attenzione che la Fibis e la CEB stanno dando alla parte internazionale di questa specialità, così come fatto in Francia dall'ottimo Thomas Primon.
Prossimo appuntamento, covid permettendo (purtroppo quello di novembre in Repubblica Ceca è stato annullato per questo motivo) in Germania a dicembre, precisamente a Freiberg, il club del grande campione tedesco Toni Rosenberg.