Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header stecca

Stecca

2ª Prova B.T.P. 2015/2016, si riparte dal successo di Aniello

images/media/media/news/925/master.jpg

Appuntamento a Sanremo (20-29 novembre). L'intervista con il vincitore della prima tappa disputatasi a Gallipoli

La B.T.P. 2015/2016 riparte da Sanremo per una seconda tappa molto attesa.

Nella prima uscita stagionale a farla da padrone è stato Michelangelo Aniello, assoluto dominatore sui biliardi di Gallipoli. Un successo netto e cristallino che ha rilanciato le quotazioni del Campione d'Europa in carica, apparso come al solito concreto e voglioso di mostrare tutto il suo valore.

"Alla vigilia della tappa di Gallipoli ero molto tranquillo – commenta proprio Michelangelo Aniello – Mi sentivo bene e consapevole della mia forza. Sono arrivato alla fase finale esprimendo un bel gioco che mi ha permesso di conquistare poi la vittoria.
E' un successo che mi lascia molto soddisfatto soprattutto perché arrivato dopo aver affrontato sfide difficili. Con Rossetti per esempio sono stato capace di rimontare lo svantaggio iniziale sebbene il mio avversario stesse giocando un ottimo biliardo.
Anche l'ultimo atto con Quarta è stato equilibrato nonostante il 3-0 finale. Siamo arrivati a giocarcela all'ultimo tiro praticamente in ogni set. Sono molto contento quindi di essere stato freddo nelle chiusure e di aver fatto mia la tappa".

Un Michelangelo Aniello già in forma dunque e voglioso di riscatto dopo il Mondiale di Milano chiuso al terzo posto.

"Dopo l'ultimo Mondiale è rimasto in me un po' di rammarico – continua Aniello – Sono andato a giocarmi la competizione con una stecca nuova e quindi non mi sono mai sentito davvero sicuro. Chi gioca a biliardo lo sa, è questione di feeling e di equilibri. A Milano non a caso ho alternato partite buone ad altre meno buone riuscendo ad arrivare comunque al terzo posto.
Dopo il Mondiale ho sistemato l'attrezzo nella maniera ottimale e a Gallipoli mi sono presentato davvero al 100%. Io mi conosco, quando riesco a trovare il giusto assetto posso fare cose importanti e mi fa piacere che anche diversi avversari lo abbiano sottolineato facendomi i complimenti".

Archiviato il Mondiale e messa nella bacheca la vittoria nella prima prova B.T.P. è già tempo di pensare alla tappa di Sanremo. Un appuntamento per il quale Aniello si dice pronto.

"Ultimamente sto giocando molto bene – conclude il Campione d'Europa in carica - Ho curato tanti dettagli del mio gioco e tra gare e allenamenti sto sbagliando poco. E' ovvio che il livello in una B.T.P. è altissimo e non si può pensare di vincere sempre. Io comunque cercherò di fare del mio meglio per giocarmela fino alla fine".