Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header stecca

Stecca

Regina di "Fiori" a Saint-Vincent

images/media/media/news/828/master.jpg

Cristina Fiori si è aggiudicata la Poule Finale battendo Raffaella Uggè nell'ultimo atto

Cristina Fiori si è aggiudicata la Poule Finale di Saint-Vincent laurendosi campionessa italiana per la stagione 2014/2015.
Una vittoria straripante, arrivata dopo un cammino in salita durato quasi tutta la stagione regolare.
Nonostante le difficoltà però la giocatrice laziale è riuscita ad approdare al Gran Galà di Saint-Vincent sbaragliando la concorrenza delle altre partecipanti e aggiudicandosi la vittoria finale con una grinta epica.
Un successo arrivato quasi come una liberazione e a confermarlo è la stessa Cristina Fiori:

“E' stata una Poule Finale molto faticosa – esordisce con un sorriso la giocatrice - Dopo sette finali perse, vincere l'ottava è per me una grande soddisfazione. Finalmente ho sfatato questo tabù e sono davvero contenta per il successo ottenuto soprattutto perché sono reduce da un anno difficile. Quando si arriva alla Poule Finale poi le avversarie sono tutte forti e se non si è preparati nella maniera ottimale si rischia di incappare in severe lezioni. Prima di dare il via alle danze per esempio non credevo nemmeno di passare il primo turno”.

Non a caso il primo scoglio per Cristina Fiori si chiama Paola Luzzi, autentica dominatrice nelle tappe B.T.F. di questa stagione e favorita principale nella corsa al titolo.

"Paola Luzzi è una grande giocatrice – continua la Fiori – Nel primo set sono subito andata sotto nel punteggio. Poi però ho messo da parte le tensioni ed ho cercato di fare il mio gioco. Sono riuscita così a recuperare due volte lo svantaggio e ad impormi nella partita decisiva.
Inutile dire che battere una giocatrice così forte è stata per me un'iniezione di fiducia notevole che mi ha dato la forza di proseguire con più convinzione"
.

Dopo aver superato Paola Luzzi il percorso della Fiori continua comunque ad essere impervio. Sulla sua strada verso la gloria infatti trova altre due giocatrici talentuose come Simona Agostini e Raffaella Uggè.

"Ho vinto tutti i match per 3-2 – prosegue Cristina Fiori – Questo testimonia il grande equilibrio che c'è stato in tutta la manifestazione. Dopo la semifinale con la Agostini mi sono ritrovata di fronte la Uggè, altra giocatrice molto in forma.
Durante la finale Raffaella è partita fortissimo, mettendo in scena un grande biliardo nel primo set. Sono riuscita comunque a rimanere in partita e a giocarmi le mie chance fino alla fine.
Con la contesa ferma sul 2-2 ho provato ad alzare un po' il ritmo, rischiando anche qualcosa nell'ultimo set. Ho piazzato così un tiro da 12 punti che fortunatamente ha spostato l'inerzia dalla mia parte permettendomi di conquistare il titolo.
E' stata davvero una gioia immensa, che mi ha ripagato delle sconfitte degli scorsi anni. Spero che questa vittoria possa rilanciarmi anche per il prossimo anno. Per il momento comunque mi godo questo successo che aspettavo da tanto e ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicino"
.