Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
×

Attenzione

JFolder: :folder: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/html/fibis/images/media/media/comitati/stecca/fotogallery/174

header stecca

Stecca

Italia inarrestabile a Brandeburgo

images/media/media/news/758/master.jpg

Dopo i successi nell'individuale anche la Nazionale Azzurra conquista l'oro nell'Europeo a squadre

E' un'Italia devastante quella che si è vista in questo European Championship 5-Pins 2015 svoltosi a Brandeburgo.

Dopo i trionfi nell'individuale, con la medaglia d'oro conquistata da Michelangelo Aniello e il podio tutto azzurro completato da Thomas Primon, Andrea Quarta e Sandro Giachetti, questa volta è stata la Nazionale Azzurra formata da Matteo Gualemi, Daniel Lopez, Stefano Della Torre, Massimo Caria e Alberto Putignano a portare a casa un altro oro battendo in finale la Germania.

Una prestazione fantastica quella del team italiano, che ha sbaragliato la concorrenza di tutte le altre nazionali presenti.

Un percorso iniziato in un Gruppo A di qualificazione dominato e chiuso al primo posto davanti a Germania B e Svizzera B.

Poi l'approdo nel Final Round e le conseguenti vittorie ai quarti sulla Danimarca B e in semifinale sulla Svizzera A.

Il capolavoro finale invece nell'ultimo atto contro la temibile Germania di Gerd Kunz, Thomas Hahne, Sven Petzke e Alexander Reh.

Questi i risultati delle sfide nel dettaglio:



Grande soddisfazione ovviamente da parte della Federazione Italiana Biliardo Sportivo per questo ennesimo trionfo.
A sancire tutto ciò è il commissario tecnico della Nazionale e Presidente Regionale della Lombardia Stefano Gibertoni. Ecco le sue parole:

"Questo Europeo è stata l'avventura di Atleti con la A maiuscola. Un concentrato di passione e professionalità vicino e lontano dai tavoli verdi, che è stato ancora una volta evidente nella prestigiosa manifestazione organizzata dalla CEB.
Fare la telecronaca degli eventi non darebbe l'esatta dimensione di quello che ho visto per la prima volta nella mia vita e ringrazio quindi la Federazione che mi ha voluto alla guida di questi "ragazzi", i quali hanno portato con onore la maglia azzurra ed hanno combattuto con tutte le loro energie senza mai mollare per ottenere il prestigioso titolo di Campioni d'Europa anche quando le fasi di gioco non sono state a loro favorevoli. Nonostante questo ci hanno creduto fino alla fine da veri Campioni.
Il debutto sul palcoscenico europeo per alcuni di loro è stato un evento che ricorderanno per sempre, mentre per gli altri è stata la riconferma del loro valore ai vertici del movimento.
Per alcuni purtroppo l'agonismo ha prevalso sulla ragione, mentre per altri è stata l’occasione di mostrare l’italian style nella vetrina prestigiosa del Campionato Europeo, dove siamo da sempre guardati e considerati la Nazionale da battere.
Desidero sottolineare, in accordo con tutti i giocatori presenti, il gesto atletico del grandissimo Daniel Lopez che ha permesso in extremis di conquistare il titolo a squadre che gli era già sfuggito qualche hanno fa in quel di San Marino. L'abbraccio di tutti i suoi compagni di squadra è stata l’emozione più forte e condivisa provata in terra tedesca.
Un grazie sentito infine a tutti i collaboratori della Federazione che hanno organizzato la trasferta, con la promessa di continuare la strada dei successi intrapresa dal mio predecessore e da tutti quelli che saranno chiamati a ricoprire questo prestigioso incarico".

(clicca QUI per il video della premiazione)