Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
×

Attenzione

JFolder: :folder: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/html/fibis/images/media/media/comitati/stecca/fotogallery/141

header stecca

Stecca

Coppa dei Campioni: a Roma trionfa il biliardo

images/media/media/news/550/master.jpg

Pubblico in visibilio per Gualemi e Lopez

Un successo. Potrebbe bastare questa parola per riassumere la due giorni di stecca e birilli che ha fatto del Circolo Antico Tiro a Volo di Roma la Capitale del biliardo.
La seconda edizione della Coppa dei Campioni ha ancora una volta fatto centro: la crème dei professionisti di questo sport concentrata in una sola sala in un’atmosfera dove spesso il folto pubblico ha trattenuto il fiato rapito  da ciò che stava accadendo sul biliardo. Questo ha caratterizzato il weekend romano scorso.
Due giornate, due specialità, due campioni in due “finali” dove il gota di questo sport ha “recitato” come se fosse una finale mondiale: Matteo Gualemi (campione italiano nazionali in carica) batte Daniele Montereali (campione italiano a squadre 2014) nel torneo di Goriziana, mentre Daniel Lopez (campione argentino per ben sette volte e campione europeo a squadre nel 2008) ha la meglio su Nèstor Gomez  (pezzo da 90 con sulle spalle due titoli mondiali, cinque intercontinentali, diciotto argentini, un europeo a squadre e lo scudetto  italiano a squadre nel 2007) nel Torneo di specialità italiana. Un tripudio di colpi di scena ed eleganza di stecche e bilie che hanno strappato spontanei applausi del pubblico.
La Coppa, a cui si partecipa solo su invito, ha visto alternarsi al tavolo verde anche Fabio Cavazzana, Carlo Cifalà, Sandro Giachetti, David Martinelli.
E proprio quest’ultimo è stato protagonista di un gesto significativo regalando una stecca personalizzata a Riccardo, un giovanissimo un po’ di casa al Circolo e un po’ mascotte presente in Sala, “tedoforo” in una sorta di passaggio di testimone tra presente e futuro del biliardo, il cui messaggio è sicuramente quello di voler promuovere il movimento biliardistico tra i più giovani, progetto sul quale la stessa Federazione sta puntando e facendo molto, portando i biliardi nelle scuole e i ragazzi nei CSB dove possono, sotto la guida degli istruttori federali, conoscere questo sport e cimentarvisi.
“Centrato l’obiettivo – dichiara Federico Basilica, l’Avvocato dello Stato, che, con Giorgio Averni noto commercialista romano, è l’anima dell’iniziativa – anche quest’anno siamo riusciti a portare a Roma il grande biliardo. E con un successo di pubblico che non saremmo riusciti ad immaginare”.  
Un successo che si dede anche alla partecipazione di un partner come BCCR, presente alle premiazioni nella persona del suo Presidente il Cav. del Lavoro Francesco Liberati, tra l’altro ottimo giocatore che condivide la passione per questo sport con il figlio Pier Francesco, che ha consegnato la Coppa nelle mani dei vincitori assieme al Presidente del  Circolo l’Avv. Michele Anastasio Pugliese e al Presidente della Federazione Italiana Biliardo Sportivo Dott. Andrea Mancino.
Chiusa l’edizione 2014 già si guarda avanti: l’edizione del prossimo anno riserverà sicuramente altre sorprese.