Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
×

Attenzione

JFolder: :folder: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/html/fibis/images/media/media/comitati/stecca/fotogallery/17

header stecca

Stecca

Biella: Memorial Gianni Bombardi

images/media/media/news/48/master.jpg

Conclusa presso il prestigioso Club biellese la kermesse in ricordo del Grande Campione

BIELLA - Domenica 10 febbraio ha chiuso i battenti il Memorial Gianni Bombardi, regionale a tutti doppi organizzata dal Csb Ghost's di via Trieste 45 per ricordare "Il Bomba", il grande campione che il male incurabile nel giugno dello scorso anno ha sottratto all'affetto dei suoi cari e di tutti coloro che hanno avuto il piacere di incontrarlo, fuori e all'interno delle competizioni, e di imparare a conoscerlo.

Uomo di sport buono e generoso, consapevole della sua classe innata e della propria capacità che non ha tuttavia mai fatto pesare a nessuno, avversari e compagni di squadra: un vero Campione, insomma, che ha lottato con tutte le forze residue, con la volontà e l'amore per il biliardo riuscendo a sconfiggere il male vincendo la prova del Btp di Salerno prima di arrendersi con grande dignità all'irrecuperabile peggioramento.
Questo è Gianni Bombardi: è, perchè la sua presenza si sente ancora forte ed incancellabile nel cuore e nella mente di tutti gli appassionati di questo sport, quello stesso che egli coltivò in maniera esemplare sia come atleta sia pure come dispensatore di preziosi consigli.
E nessuno meglio di Andrea e Cinzia Maglioli, con il figlio Edoardo giovane promessa biellese, poteva ricordare "Il Bomba" con un torneo che riportasse la memoria del Campione laddove aveva vissuto il perfezionamento di un bagaglio tecnico innato e lo studio teso al miglioramento delle sue "stecche", prolungamento di un "braccio" dalla grande sensibilità. E in 256 hanno risposto, suddivisi nelle rispettive categorie, partecipando alla kermesse condotta egregiamente in porto dal Direttore di Gara Gino Iacò con a fianco il Consigliere Federale Fibis Massimo Secco.
Possiamo affermare che hanno vinto tutti perchè l'importante era esserci, come ha voluto ricordare durante la premiazione il mantovano Luciano Grespi. I verdetti del campo hanno assegnato la palma d'oro della categoria d'Eccellenza, quella del "Bomba", al torinese Andrea Quarta che ha superato nella finalissima Salvatore Mannone (MI); un bel match che ha destato emozione in tutti prima, nel minuto di raccoglimento in memoria del Campione scomparso, durante per le belle giocate di ambedue gli atleti, e dopo quando Andrea Quarta ha donato la targa ricevuta in premio a Valerio, figlio del Grande Gianni.
Hanno completato il podio, di altissima caratura, i meneghini Massimo Caria, il Conte Max, e Simone Soresini, stecca doc del Circo Verde d'Eccellenza.
In Seconda Serie la vittoria ha premiato l'esperienza di Diego Rodella (AL) opposta all'esuberanza del giovanissimo Andrea Ragonesi (TO -15 anni): un bell'incontro, comunque, in cui ambedue i contendenti hanno dato il meglio di sè; appena dopo, terzi ex aequo, il succitato Luciano Grespi ed il torinese Rocco Vallelonga.
Infine, in Terza Categoria, Fabio Mazzotta, giovane atleta del circuito provinciale torinese, ha lasciato al palo il novarese Gianpaolo Turano cogliendo un prestigioso successo più volte sfiorato nelle ultime gare; hanno diviso a pari merito la terza piazza Sergio Cibrario (TO) ed Enzo Furnari (BI), quest'ultimo sul podio nell'ultimo torneo Elvis Games di Asti.
Questa in sintesi, la composizione dei "Magnifici 4" di ogni raggruppamento. Alla premiazione è intervenuto il Segretario Regionale Fibis Massimo Calleri che ha condotto il protocollo di chiusura dopo l'introduzione del Direttore di Gara Gino Iacò ed un ricordo del "Bomba" letto da Cinzia Maglioli, emozionata come tutti i presenti.
Poi la conclusione con la consegna delle Targhe ricordo alla quale hanno partecipato il Consigliere Federale Fibis Massimo Secco, Il Direttore di Gara Gino Iacò, Valerio Bombardi, i fratelli di Gianni Paolo ed Ermanno, il giovane Edoardo Maglioli, con papà e mamma, e Fabrizio Belis, Presidente del Csb Ghost's.
Si è così chiusa una indimenticabile parentesi di sport e amicizia, binomio che ha sempre rappresentato la figura ed il nobile modo di vivere e condividere del Grande Gianni Bombardi, un Campione, un Maestro, un Amico.

DOMENICA 10 GRIGLIA FINALE 1a CATEGORIADOMENICA 10 GRIGLIA FINALE 2a CATEGORIADOMENICA 10 GRIGLIA FINALE 3a CATEGORIAMARTEDI 5 BATTERIEMERCOLEDI 6 BATTERIESABATO 9 BATTERIEVENERDI 8 BATTERIE