Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header stecca

Stecca

Mondiali 2022: presentato a Calangianus il logo dell'evento iridato

images/medium/Mondiale_presentsazione04_logo2.jpg

Presentato questa mattina presso la sala Consiliare del Comune di Calangianus il simbolo del prossimo campionato del mondo di biliardo sportivo specialità cinque birilli.

È partito quindi ufficialmente il countdown verso il “25th World Championship 5-pins Individual Open” che riporterà, dopo il successo del Grand Prix delle Nazioni in corso fino a domenica, il biliardo internazionale in Sardegna, nella città della Gallura.
Alla presenza del Sindaco della cittadina sarda Fabio Albieri, del Presidente FIBIS Andrea Mancino e del Vice Presidente dell’Union Mondiale de Billard Fernando Requena, oltre all’organizzatore del mondiale e rappresentante F.I.Bi.S. in Sardegna Paolo Scaramuzzi, è stato svelato quindi il logo che sarà il simbolo dell’evento iridato che andrà in scena dal 16 al 20 marzo 2022. 
Il Presidente Scaramuzzi, dopo i ringraziamenti del Sindaco, ha introdotto l’atteso evento che, dopo il periodo pandemico, sarà la manifestazione che inaugurerà a marzo il nuovo polo fieristico di Calangianus. 
Il Mondiale lo troviamo racchiuso nel logo, ideato e realizzato da Fabio Molinas, un’immagine che unisce tutti gli elementi rappresentativi della Regione Sardegna con quelli del biliardo e dove la forma del cerchio ne diventa in sostanza l’anima: tramonto, sole, mare, macchia mediterranea si integrano nelle silhouette del giocatore e della stecca creando l’armonia finale. “Il logo vuole essere ‘inclusivo’ – spiega Molinas – fondendo tutti i colori della Sardegna con gli elementi del giocatore e della stecca, voluti di colore nero a rappresentarne l’immagine nella controluce degli splendidi tramonti della Regione”.
Calangianus si appresta quindi a diventare uno dei punti di riferimento del biliardo mondiale dopo il successo del Grand Prix ancora in svolgimento.
La presenza di 12 nazioni europee più l’Italia a questo meeting è segno che la specialità 5 birilli si sta diffondendo in tutta Europa – dichiara Mancino – questo grazie ad iniziative come queste promosse sia da CEB e UMB, oltre anche al lavoro di alcuni istruttori federali che si prestano a fare scuola alle federazioni straniere. Ringrazio Paolo Scaramuzzi ed il suo staff per l’impeccabile organizzazione. Possiamo dire – conclude il presidente federale – che la scommessa è stata vinta ed è un’ottima premessa per eventi futuri, primo fra tutti il Mondiale 2022”.
Soddisfatto anche Fernando Requena che ha elogiato l’organizzazione del Grand Prix dichiarando che “si è sulla buona strada per far crescere il mondo dei cinque birilliIl supporto delle istituzioni qui è consistente. Ringrazio il Sindaco e la Regione per ciò che fanno per la diffusione del nostro sport”.

 

Mondiali2022 logo

 

Foto: Studio Fotografico Gallura

Ideatore del logo Fabio Molinas
Presentazione Logo Mondiali 2022
Presidente CR Sardegna Paolo Scaramuzzi, Presidente FIBiS Andrea Mancino,  Sindaco di Calangianus  Fabio Albieri, Presidente UMB Fernando Requena
Presidente UMB Fernando Requena
Sindaco di Calangianus  Fabio Albieri, Presidente CR Sardegna Paolo Scaramuzzi, Ideatore del logo Fabio Molinas, Presidente FIBiS Andrea Mancino, Presidente UMB Fernando Requena e Vice Presidente Vicario FIBiS Stefano Gibertoni
Sindaco di Calangianus  Fabio Albieri, Presidente CR Sardegna Paolo Scaramuzzi, Ideatore del logo Fabio Molinas, Presidente FIBiS Andrea Mancino, Presidente UMB Fernando Requena e Vice Presidente Vicario FIBiS Stefano Gibertoni
Presidente UMB Fernando Requena