Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header carambola

Carambola

Momento magico per Marco Zanetti

images/media/media/news/181/master.jpg


Continua la serie positiva di grandi successi per Zanetti; dopo la bella vittoria nel torneo di Losanna, Marco Zanetti conquista l’ambito titolo all’Agipi Billard Masters 2013. In finale,così come nel precedente torneo di Losanna, batte il suo compagno di squadra ,il famosissimo belga Frederic Caudron.
Nelle precedenti edizioni del Torneo Agipi,giunto al 5° anno, si erano imposti lo svedese Blomdahl(2volte),l’olandese Jaspers(2 volte) e il coreano Choi. Questo torneo, considerato ormai alla stregua, se non superiore,ad un campionato mondiale, si presenta con i migliori giocatori del ranking mondiale della classifica UMB. Nelle fasi iniziali di qualificazioni sono sempre invitati le giovani promesse internazionali. Il cammino di Zanetti è subito difficile perché nel suo girone di qualifica vi sono due pezzi da novanta: Blomdahl e Kasidokostas,oltre al turco Tasdemir e al francese Roux. Marco gioca con grinta e vince le prime tre importantissime partite ed arriva alla quarta già qualificato e perde di poco con Tasdemir. La sua posizione in classifica finale lo porta ad incontrare di nuovo il giocatore turco ma stavolta siamo in eliminazione diretta e niente si può sbagliare; Marco vince facilmente(50-28 in 26 riprese) e arriva in semifinale contro Jaspers. L’anno scorso Marco aveva pareggiato con l’olandese ma gli serviva una vittoria per entrare nelle fasi finali del torneo. Stavolta il nostro campione si è rifatto in un incontro con finale al cardiopalma; Marco perdeva per 38 a 12 con l’olandese su media intorno a 2,300. Poi altra musica: una serie di 16 carambole seguita da un’altra di 9; sulla parità la partita è continuata con piccoli errori dovuti alla tensione del momento e sul 49 pari Zanetti chiude con un giro sbagliato di poco ma corretto da un piccolo rimpallo: la finale è sua ed incontra di nuovo, come la settimana prima a Losanna,FredericCaudron. Anche questa è naturalmente una partita tesissima ma Marco la interpreta nel modo giusto imbrigliando il belga in tiri difficili e lo porta a sbagliare anche in quelli più facili perché è lui che conduce il gioco. Al punteggio di 45 a 40 per Zanetti tutto è ancora in discussione ma Caudron sbaglia ancora e Marco chiude con una serie di 5,frutto di un preciso gioco di posizione.E’ il trionfo e il presidente dell’Agipi, Claude Fath, abbraccia il suo beniamino e finalmente può orgogliosamente riportare il trofeo in casa.
Marco Zanetti è in forma strepitosa,sia psicologica che fisica e lascia ben sperare per i prossimi campionati europei individuali a tre sponde, a Brandeburgo, dove sarà affiancato da altri due italiani, Giorgio Mancini ed Emilio Sciacca.
A distanza di pochi giorni anche Antonio Oddo e Domenico Mingiardi difenderanno i colori italiani nell’europeo per team affrontando nel loro girone gli spagnoli e la Germania B. Auguri ai nostri atleti.