Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
×

Attenzione

JFolder: :folder: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/html/fibis/images/media/media/comitati/federazione/fotogallery/351

Concluso il 19esimo Corso per Istruttori Federali e Studenteschi, Sezioni Stecca, Carambola e Boccette

images/media/media/news/1530/master.jpg
Federazione

27/30 novembre 2017 - Palazzo dei Congressi, Saint Vincent ( AO )

  
Dal 27 al 30 novembre si è tenuto al Centro Congressi di Saint Vincent il 19° Corso per Istruttori Federali e Istruttori Studenteschi di Stecca, Boccette e Carambola.

Il corso si è svolto come è ormai di consuetudine secondo la normativa SnaQ – CONI, il nuovo Sistema Nazionale di Qualifiche proposto dal CONI che ha come obiettivo quello di offrire al mondo sportivo italiano soluzioni idonee a potenziare le competenze dei tecnici e che punta ad unire abilità e conoscenze.
Un obiettivo assolutamente fondamentale per la creazione di nuovi istruttori federali che abbiano un approccio d'insegnamento puramente oggettivo e che contribuiscano dunque a creare un linguaggio e una tipologia d'insegnamento uniforme in tutte le scuole federali e negli istituti della scuola secondaria di secondo grado che aderiscono al progetto. Un linguaggio ed un metodo comune per insegnare i principi fondamentali del biliardo sportivo.

Il corso si è articolato in quattro giorni nei quali i partecipanti hanno potuto assistere alle lezioni ed agli interventi tenuti dal responsabile ed attuatore del corso, nonché responsabile del Centro Studi, Mauro Lanza, dal responsabile CONI della commissione antidoping Daniel di Mattia, dal preparatore sportivo Marco Manzotti, dallo psicologo Alessandro Baldassarri, dal segretario generale della F.I.Bi.S. Fabio Savino e dal consigliere federale Roberto Badella il quale ha sottolineato  che un istruttore durante lo svoglimento dell'attività di scuola, deve assolutamente spogliarsi della voglia di competere perchè il suo compito è di portare l'allievo il più vicino possibile al suo livello e magari anche maggiore, senza sentirlo come futuro avversario.

Tra i tanti partecipanti iscritti al corso anche alcuni volti noti della stecca come Nicola Biondi, Andrea Ragonesi e Camilo Gomez, i quali hanno tutti superato i test con ottimi risultati.
Fra i presenti anche lo svizzero Angelo Cossu, rimasto molto soddisfatto dei contenuti sviluppati, se pur in tempi ristretti .
Hanno partecipato inoltre, come forma di aggiornamento e per acquisire i crediti previsti dalla normativa SnaQ – CONI, anche anche alcuni istruttori formatisi in anni recenti.

Al termine del corso si sono raccolti i commenti di tutti i partecipanti che, soddisfatti dei contenuti teorici, hanno manifestato concordemente la richiesta di un tempo maggiore della durata del corso per sviluppare meglio le parti inerenti alle abilità del gioco (in particolare il gesto fisico) e alla simulazione di una lezione ad un ipotetico allievo, eventualmente abbinata alla partecipazione di istruttori di storica esperienza (di competizione).