Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header pockets

Pockets

CAMPIONATO NAZIONALE SNOOKER 2015 FINAL DAY

images/media/media/news/892/master.jpg

Caperna conquista il primo titolo di Campione Nazionale della storia dello Snooker Italiano

.

Ultimo giorno, è arrivata la finale. Tonini e Caperna, non solo le due teste di serie, ma anche i giocatori più esperti e abituati a questo tipo di competizione. Tutt'altro che una sorpresa quindi che siano proprio loro a ottenere questo onore. Arbitro della finale è il Presidente Nazionale del comitato arbitri Eugenio Pallucca, che, con Max del Bianco e Claudio Valenti, ha diretto gli incontri di questo Campionato con massima dedizione.Il primo frame è di assestamento, i giocatori commettono qualche errore prendendo le misure e, nel finale, si impone Caperna. Tonini entra in ritmo siglando un 26, che, con un altro paio di visite redditizie al tavolo, gli consente di pareggiare i conti sul 1-1. I giocatori a questo punto sono entrambi acclimatati e negli sguardi dei presenti si intravedono gli auspici per una partita spettacolare. Gli ultimi 3 frame sono molto combattuti e Pietro è freddo nell'aggiudicarsene due siglando un 46 e punendo qualche errore di Gianmarco, che, a questo punto, è fenomenale nel ripulire i pensieri e conquistare l'ultimo frame per salvare la sessione: 3-2.Al rientro Tonini è in piena modalità “mitraglia” (come è ben noto nel circuito di pool). Vince due frame di forza inventando occasioni con imbucate di un'altro livello per poi intascare una ventina di punti alla volta. Dopo essersi portato sul 4-3 Tonini sembra averne ancora e continua a mitragliare, ma Pietro sfrutta alcune forzature di Gianmarco per rimontare. Piazzandosi alla perfezione sulla rosa, frame ball, si “alza” sull'imbucata e la sbaglia, ma Tonini non riesce a sfruttare l'errore è quindi si va sul 4-4. Il nono frame è molto simile con Tonini in vantaggio che raggiunge anche il regime di ricerca Snooker, ma poi è sfortunato nell'andare in-off sulla verde, lasciando così bilia in mano a Caperna che ripulisce con enorme solidità fino alla nera per il 5-4.Nell'ultimo frame c'è grande tensione e dopo una battaglia iniziale, Capernator si stabilizza intorno allo spot della rosa e non si schioda da lì se non dopo aver realizzato 52 punti che lo portano in grandissimo stile al titolo di primo Campione Nazionale nella storia dello Snooker Italiano.La premiazione è un momento di festa e amicizia che prescinde dal risultato sportivo e celebra la passione di centinaia di “enthusiasts”, tra cui i diponibilissimi telecronisti di Eurosport Maurizio Cavalli e Andrea Campagna vincitori del premio “Snooker & Media” insieme a Claudio Costa, instancabile programmatore e sintonizzatore della sofisticata architettura mediatica dello Snooker Italiano su internet.

Davide Portinari


Articolo de "L'Avvenire"