Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

header pockets

Pockets

European Pool Championship, acuto di Petroni

images/media/media/news/743/master.jpg

L'italiano centra uno storico bronzo agli Europei di Vale do Lobo

Nell'European Pool Championship in svolgimento a Vale Do Lobo, in Portogallo, c'è anche l'Italia.

A scriverlo con forza e determinazione nell'albo d'oro è stato uno straordinario Fabio Petroni.
L'alfiere della Nazionale Azzurra ha centrato infatti uno storico bronzo europeo nella specialità Palla 10, a quattro anni di distanza dall'argento di Brandeburgo nello Straight Pool.

Un Petroni superbo, che nel suo cammino ha superato nell'ordine: Vladim Jemeljanovic (8-2), Dzmitry Chuprov (8-4), Roman Hybler (8-7), Sami Koylu (8-5), Bahram Lofty (8-7), e Karol Skowerski (8-6). Un successo, quest'ultimo, che ha permesso a "The Fabulous" di entrare nella Final Four.

A negare la gioia per il definitivo approdo in finale è stato tuttavia lo spagnolo Francisco Diaz, che ha battuto 8-3 il nostro Petroni.

Quello che resta comunque è un risultato molto positivo sia per l'atleta (che si è confermato ancora una volta ai vertici continentali) e sia per il movimento del Pool italiano, apparso sempre più in crescita grazie anche all'impegno degli altri componenti del roster azzurro.

E a sancire tutto ciò è proprio il Responsabile Nazionale della Sezione Pool, Michele Monaco. Queste le sue parole:

"Esprimo massima soddisfazione per l'ultimo incredibile risultato ottenuto da Fabio Petroni soprattutto perché nella tradizione italiana non vantiamo certo tante medaglie a livello europeo. Il movimento del Pool azzurro tuttavia è in crescita e quanto fatto da Fabio ne è la prova.
Grazie agli sforzi di tutti e al sostegno della Federazione siamo sicuri di poter fare ancora di più. In questi Europei in Portogallo stiamo vedendo degli atleti italiani motivati e decisi a imporsi anche fuori dai confini nazionali e questo è molto importante. A tutti loro va quindi un grande applauso da parte mia e da parte della Federazione"
.