Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
×

Attenzione

JFolder: :folder: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/html/fibis/images/media/media/comitati/pockets/fotogallery/284

header pockets

Pockets

Giovani Talenti: Alessandro Amendola

images/media/media/news/1255/master.jpg

L'intervista con il 12enne romano che ha incantato tutti nel programma condotto da Gerry Scotti ''Little Big Show''

Il Biliardo e i giovani, un connubio vincente in Italia. A testimoniarlo è il successo del Progetto Biliardo&Scuola promosso dalla F.I.Bi.S. e la presenza in tutto il Paese di tanti piccoli campioni di ogni disciplina. Uno di questi è sicuramente Alessandro Amendola, l'ultimo allievo di una scuola italiana destinata a regalare successi anche in futuro.

Il 12enne romano è stato protagonista negli scorsi giorni di un'esibizione straordinaria nel corso dell'ultima puntata di “Little Big Show”, il programma televisivo in onda su Canale 5 condotto da Gerry Scotti.

A dispetto della giovanissima età Alessandro ha lasciato tutti a bocca aperta dimostrando un talento e una fantasia da veterano del tavolo. Quello che ha più colpito poi è stata la naturalezza e la sicurezza mostrata davanti ad un palcoscenico che metterebbe i brividi anche ai giocatori più navigati. A tutti evidentemente, ma non a lui, come ci ha confermato in una divertente chiacchierata subito dopo la trasmissione.

"Ero molto contento di andare in televisione – commenta Alessandro Amendola – non mi sentivo tanto emozionato. Forse un pochino lo ero, ma credo che non si è notato perché Gerry mi ha messo subito a mio agio. Poi ho avuto l'occasione di sciogliermi facendo quello per cui mi ero allenato con tanto impegno. Sono felice che tutto sia andato bene".

Alessandro ha preparato la sua esibizione con Leopoldo Nepa, l'ideatore dei tiri eseguiti in trasmissione. Al resto ci ha pensato il suo incredibile talento, frutto di un allenamento serio e costante.

"Mi alleno abbastanza – continua il giovanissimo Amendola - Faccio tante partite, oppure quando devo imparare a gestire alcune situazioni mi alleno con Gabriele Cimino e Michele Monaco. Poi c'è ovviamente anche mio fratello Federico. Mi dà tanti consigli e giochiamo spesso insieme. E' grazie a lui e a mio padre se mi sono avvicinato al biliardo. Avevo cinque anni la prima volta che ho giocato e mi sono subito appassionato a questo fantastico sport".

Passione, talento e tanta applicazione. Alessandro Amendola sembra avere le idee chiare per il suo presente, ma anche per il futuro.

"Mi piacerebbe seguire l'esempio di mio fratello – conclude Alessandro – ha vinto già una medaglia di bronzo agli Europei Youth nel 2015. Anche io vorrei conquistare successi del genere, sia in Italia e sia a livello Internazionale. Sarebbe molto bello per me e per la mia famiglia".

CLICCA QUI PER VEDERE LO SHOW DI ALESSANDRO


La Federazione Italiana Biliardo Sportivo augura ad Alessandro Amendola di riuscire a realizzare i suoi sogni e si complimenta con lui per la splendida esibizione televisiva.