Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo
×

Attenzione

JFolder: :folder: Il percorso non è una cartella. Percorso: /var/www/html/fibis/images/media/media/comitati/federazione/fotogallery/15

Il biliardo al Foro Italico

Federazione

Un recente accordo tra la F.I.Bi.S. nella persona del P. te Andrea Mancino e il Circolo Tennis Foro Italico nella persona dell' A.D. Diego Nepi Molineris ha reso possibile l'istallazione di un biliardo di Pool nella club house a disposizione di tutti i frequentatori, l'iniziativa è stata molto apprezzata dai soci del circolo che si cimentano spesso tra una partita di tennis e l'altra in sfide a biliardo nella zona relax del Circolo adiacente al bar e alla terrazza che dà sui campi sportivi.
Durante la nostra visita agli impianti del Circolo ci siamo fermati al campo Nicola Pietrangeli gremito, in tutti i suoi 3000 posti, da un calorosissimo pubblico che stava assistendo all'incontro tra la nostra Flavia Pennetta e Maria Kirilenko numero 16 al mondo proprio nel momento in cui Flavia dava inizio a un' entusiasmante rimonta accompagnata da un tifo che lei stessa ha poi definito incredibile, un pubblico straordinario che l'ha accompagnata in ogni scambio fino alla vittoria per 6-1 7-6 dopo che nel secondo set era sotto 5-1... sembrava di assistere alla finale!! Sull'altro campo la russa Masha Sharapova vinceva a fatica con la statunitense Christina Mchale.

In questi giorni in cui gli impianti tennistici del Foro Italico sono visitati da centinaia di migliaia di persone per gli INTERNAZIONALI di Roma i Dirigenti del Circolo hanno voluto creare anche una zona svago sotto il campo centrale a disposizione dei giocatori ATP e giocatrici WTA che attendono di scendere in campo.
In questa zona oltre a comodi divani per le interviste sono stati installati un tavolo da calcetto, uno per il Subbuteo, tre play station e un tavolo da pool e durante la nostra visita accompagnati dal Sig. Rovis abbiamo incontrato Novak DJOKOVIC che in attesa del suo incontro del programma serale sul centrale con Bernard Tomic, che poi vincerà 6-3 6-3 alla presenza di 10.000 persone, si stava rilassando con altri giocatori alternandosi nei vari giochi.
Ci è venuto subito da dire spontaneamente "Bel colpo P. te Mancino per la visibilità di una specialità del biliardo sportivo" ma mai sazi aggiungiamo anche che speriamo che il prossimo anno si possa organizzare in concomitanza un' esibizione dei migliori specialisti del Pool Italiano ...sempre che diano la loro disponibilità capendo l'importanza dell'evento e della vetrina per il loro sport ! Colgo l'occasione per ringraziare la Ditta Fornitrice Ufficiale F.I.Bi.S. di biliardi MAX LANDIS che ha collaborato nella realizzazione di questo importante progetto con la fornitura e il montaggio del biliardo da Pool.

Sempre a proposito della promozione dello sport sono rimasto incantato per dieci minuti quando, attratto dalle urla del pubblico, ho visto che su un campo di allenamento c'era Rafael Nadal che palleggiava con i bimbi del circolo tennis divertendosi e facendosi poi fotografare con tutti intorno... c'era un papà molto emozionato che mi ha detto "ma ti rendi conto che mio figlio di 7 anni ha un poster nella sua cameretta con la gigantografia di Rafa e oggi ci ha palleggiato ... se lo ricorderà per tutta la vita!!"

Nel pomeriggio ci siamo poi spostati al vicino palazzo del CONI per assistere alla consegna del premio Giulio Onesti al Presidente del CIO Jacques Rogge; il Presidente del CONI Giovanni Petrucci e il Segretario Generale Raffaele Pagnozzi hanno preso parte alla cerimonia insieme ai membri italiani del CIO Franco Carraro, Mario Pescante, Ottavio Cinquanta, Francesco Ricci Bitti, Manuela Di Centa e ai Vicepresidenti del CONI Riccardo Agabio e Luca Pancalli.
Presente anche Gianni Letta, vincitore dell’ ultima edizione del Premio.
Petrucci ha voluto ringraziare Rogge per la proficua opera alla guida del CIO, esaltandone le qualità nel ricordo di Giulio Onesti. “Onesti è stato il padre dello sport italiano, il precursore di un percorso fatto di successi e scelte vincenti. Ha difeso l’autonomia del movimento con concretezza e grande lungimiranza. Rogge ha dimostrato di essere un esempio alla guida della famiglia olimpica: sono sicuro che anche le prossime Olimpiadi saranno uno spot di grande impatto”.
Franco Carraro, in qualità di Presidente della Fondazione Onesti, ha salutato Rogge sottolineando l’importanza dell’ex Presidente CONI celebrata dal libro “Giulio Onesti - Lo sport italiano”, scritto da Augusto Frasca, facendo riferimento al titolo per rendere appieno l’effettiva valenza del personaggio. “C’é tanta passione dietro a questa pubblicazione e vorrei salutare per un’ultima volta Antonio Ghirelli, che ha curato la prefazione. Rogge merita questo riconoscimento per la qualità con cui ha sempre interpretato il suo ruolo”.
Il testimone è passato quindi nelle mani di Gianni Letta, che con grande trasporto emotivo, ha ricordato Giulio Onesti come l’uomo che ha posto le fondamenta del sistema sportivo, affrancandolo da altri controlli e difendendone sempre l’autonomia con grande efficacia. Senza alcuna polemica ha voluto ricordare il clima attorno a Giulio Onesti quando in un periodo non certo facile per l'Italia aveva portato le Olimpiadi invernali a Cortina e quelle estive a Roma raccogliendo poi un trionfale successo a livello mondiale a tal punto che ancora oggi vengono ricordate come le ultime Olimpiadi a misura d'uomo. Letta ha sottolineato i meriti di Rogge, grande interprete del movimento olimpico internazionale e indicando nei dirigenti presenti l’estensione naturale di un percorso mai interrotto dopo il suo avvento.
Mario Pescante si è espresso nella stessa, univoca direzione, aggiungendo il rammarico per non aver condiviso con Rogge la gioia dell’annuncio della vittoria di Roma città olimpica per l’edizione dei Giochi Estivi 2020, ultimo atto della sua Presidenza CIO. E’ stato proprio Pescante a consegnare a Rogge il busto con la riproduzione del volto di Giulio Onesti tra gli applausi del Salone d’Onore.
E lui, Jacques Rogge, il grande protagonista, ha ringraziato con ampi sorrisi e parole sincere. “Sono orgoglioso di questo premio perché credo che la figura di Onesti debba essere ricordata come merita: è stato il padre dello sport italiano e qui, accanto e in questa splendida sala, ci sono i suoi figli, capaci di interpretare lo sport come strumento di cultura, educazione e processo di integrazione”. Classico scambio di doni al termine del discorso: il Presidente Petrucci ha donato a Rogge la tuta olimpica azzurra personalizzata di Londra 2012, mentre il Presidente del CIO ha ricambiato con una targa, consegnata anche a Carraro e a Pescante. Al termine della cerimonia è stato presentato il libro di Augusto Frasca “Giulio Onesti - Lo Sport Italiano” con un' appassionante recensione del Segretario Generale Raffaele Pagnozzi piena di ricordi e aneddoti particolari.

Nel Palazzo del CONI nella tarda mattinata di mercoledì si è riunita l'Assemblea di tutte le Discipline Sportive Associate presieduta dal Coordinamento Nazionale con il P. te A. Mancino e i V. ce P. te Vicario Giampietro Pagnoncelli e dal V. ce P. te Sergio Grifoni e alla presenza del Dott. re Maurizio Romano Direttore dell’Area Territorio e Promozione dello sport CONI e della Dott. ssa Anna Ragnoli del CONI nazionale, responsabile del Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive dilettantistiche. Nel corso dell'Assemblea il P. te A. Mancino ha presentato il progetto per il convegno che si terrà in concomitanza della fiera di Rimini "SPORT DAYS" nel prossimo mese di Ottobre.
L'obbiettivo principale che si pone il convegno è quello da un lato di far conoscere il mondo delle Discipline Sportive Associate con le relative numeriche di Tesserati e le relative attività agonistiche sia in campo Nazionale che Internazionale e dall'altro di realizzare un tavolo di confronto per ragionare su quale possa essere il futuro di tale mondo creando le premesse per lo sviluppo di strategie e sinergie che possano aiutare tutte le D.S.A. ad acquisire maggiore forza e consapevolezza. Dopo un'importante discussione su questo tema nella quale ogni P. te ha portato il proprio contributo personale è stato deciso all'unanimità di realizzare questo progetto deliberandone il budget di spesa e individuando il partner ufficiale organizzativo nello Studio Ghiretti & Associati un ensemble di professionisti altamente qualificati che opera nel mondo del marketing e della comunicazione applicata allo sport.

Nel pomeriggio al Centro di Produzione RAI Saxa Rubra si è tenuto un incontro informale tra i vertici F.IBi.S. e il V. ce Direttore di RAI SPORT Sandro Fioravanti in cui si è parlato di dare inizio al progetto delle dirette web di biliardo sportivo sul sito di RAI SPORT, analizzando aspetti tecnici organizzativi e risultati ottenuti in termini di contatti da altre discipline sportive.

Una due giorni romana molto intensa, ed un rientro con tanta soddisfazione nella consapevolezza che ne è valsa la pena !