Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Cookie Policy Approvo

Comunicato del Presidente

Considerazioni concernenti la richiesta di grazia presentata da Crocefisso Maggio

Nei giorni scorsi sono apparse sui social una serie di considerazioni concernenti la richiesta di grazia presentata dall'atleta Crocefisso Maggio, in riferimento alla quale sono necessarie alcune precisazioni.

Preliminarmente si rappresenta che la grazia è un provvedimento straordinario di clemenza che può essere adottato dal Presidente Federale solo in casi eccezionali, onde evitare la delegittimazione delle decisioni assunte dagli organi di Giustizia Sportiva.

Nel caso specifico, non è stato riscontrato nessun elemento idoneo a giustificare l'adozione del provvedimento.

L’essere un atleta di indiscusso prestigio obbliga, a maggior ragione, ad uniformarsi a un codice di comportamento volto al rispetto di tutte le persone che operano nel mondo del Biliardo Sportivo e che sia di esempio per le nuove leve.

 

Le motivazioni istituzionali alla base della decisione valgono per qualsivoglia tesserato federale e nel rispetto dei tanti atleti che fanno della correttezza il loro codice di comportamento così come da sempre auspicato dalla Federazione.

 

Il Presidente

Andrea Mancino